Procedimenti disciplinari di stato: il militare inquisito potrà farsi assistere anche da un avvocato del libero foro.

Il 20 febbraio 2020 è entrato in vigore il D.Lgs. 27 dicembre 2019, n. 173 che ha modificato il Codice dell’Ordinamento Militare, introducendo il comma 3 bis all’art. 1370 rubricato “Contestazione degli addebiti e diritto di difesa”.

Il summenzionato comma recita testualmente che ” Nei procedimenti disciplinari di stato il militare inquisito, in aggiunta al difensore di cui ai commi 2 e 3, puo’ farsi assistere, a sue spese, anche da un avvocato del libero foro.” , incrementando di fatto il ventaglio di difese possibili del militare sottoposto a procedimento di stato. La portata innovativa dell’anzidetto comma, quindi, consente ai militari sottoposti a procedimento disciplinari di stato di potere essere assistiti anche da un avvocato civile, in aggiunta al militare difensore.